Descrizione

CREATE Le donne creano insieme capi di moda sostenibili

Durante il progetto, i partner creeranno un toolkit educativo e un manuale per educatori che supporteranno i professionisti della moda su come aggiungere pratiche di economia circolare (moda circolare) al loro insegnamento. Lo scopo è affrontare il problema dell’inquinamento causato dall’industria della moda, autorizzando le donne (designer) a creare capi e accessori con l’utilizzo di tessuti riciclati.

 

Il costo ambientale e sociale dell’industria tessile e dell’abbigliamento è aumentato notevolmente negli ultimi anni a livello globale e si prevede che continuerà questo corso lineare in futuro. “La sostenibilità è cresciuta nell’agenda aziendale, ma metà dell’industria della moda deve ancora agire e il progresso generale è troppo lento”. (Agenda Globale della Moda, Elenco CEO 2019).

InstagramLinkedinSito web

A livello globale, abbigliamento e calzature contribuiscono annualmente per il 10% alle emissioni mondiali di gas serra, più di quelle dei voli internazionali e dei trasporti marittimi (marittimi, spedizioni internazionali) sommati (Banca Mondiale). Inoltre, crea il 20% delle acque reflue globali su base annua. La produzione di cotone utilizza il 2,5% della terra coltivabile mondiale (fondazione Ellen McArthur). La fase di tintura e finissaggio della produzione tessile può richiedere fino a 200 tonnellate di acqua per ogni tonnellata di tessuto prodotta (Yusuf, 2018).

Background , cultura e nazionalità lavorano insieme per utilizzare, riutilizzare, rimodellare e riciclare i tessuti e altri rifiuti provenienti dall’industria della moda, per creare capi e accessori di moda sostenibili.

Lo scopo delle attività proposte dal programma CREATE è sviluppare competenze (green) rilevanti per il settore della moda, per renderlo più sostenibile e, soprattutto, favorire la capacità delle donne di diventare “ vere agenti di cambiamento”.  

 

Per affrontare il problema dell’inquinamento causato dall’industria della moda, il consorzio CREATE preparerà e sperimenterà un nuovo programma di apprendimento che vede donne (di età, livello di istruzione e nazionalità differenti, quindi cultura) co-creare e produrre una capsule collection sostenibile. La capsule collection sostenibile è un nuovo modo di lavorare sostenibile che consente al designer di riciclare tessuti o sprecare vestiti per produrre nuovi capi. Un’industria della moda circolare è quella in cui vengono progettati rifiuti e inquinamento, prodotti e materiali vengono mantenuti in uso il più a lungo possibile, anche attraverso il riutilizzo e il riciclaggio, e dove i sistemi naturali vengono rigenerati.

Al fine di raggiungere l’obiettivo del progetto, entro la durata del progetto, i partner:

*Rendono l’economia circolare e le pratiche di moda circolare più accessibili a chiunque sia interessato a progettare capi sostenibili, anche ai loro educatori

*Offrono un nuovo metodo collaborativo che riunisca donne di età, livello di istruzione, nazionalità e cultura diversi per co-progettare e creare nuovi capi di abbigliamento con tessuti riciclati o vestiti di scarto

*Formano le conoscenze degli educatori per adulti su come riciclare, rimodellare, riutilizzare tessuti riciclati per creare nuovi capi, utilizzando il metodo e gli strumenti CREATE

*Offrono uno spazio sicuro e stimolante in cui le donne possono incontrarsi e condividere abilità e talenti, offrire momenti di tutoraggio spontaneo tra i partecipanti

*Testano il programma CREATE e gli strumenti con un gruppo di donne e valutare i risultati con loro

*Convalidano i risultati del progetto con le parti interessate e gli esperti, per condividere la proprietà e aumentare la visibilità

*Aumentano la sostenibilità, lo sfruttamento e la trasferibilità dei risultati informando attivamente e coinvolgendo le parti interessate locali e regionali durante e dopo la durata del progetto

*Promuovono un nuovo modo di acquistare e produrre tessuti, promulgando i risultati del progetto e della sperimentazione

DISCLAIMER – Il sostegno della Commissione europea alla produzione di questa pubblicazione non costituisce un’approvazione del contenuto, che riflette esclusivamente il punto di vista degli autori, e la Commissione non può essere ritenuta responsabile per l’uso che può essere fatto delle informazioni ivi contenute.

Shape to your ideas